Tag

Oggi ero in biblioteca, oltre orario, alla Tana del Gufo e ho deciso di andare a farmi un caffè alla macchinetta che abbiamo nella sala insegnanti. Siccome non mi andava di portarmi appresso né il computer né la borsa ho chiesto ai bambini che facevano ricreazione fuori dalla biblioteca di sorvegliare la porta. Scherzando gli ho detto: “non fate entrare nessuno, in caso sparate a vista”.

Dopodiché sono scesa. Al ritorno ho trovato un bambino appeso con tutte e due le mani alla maniglia della porta della biblioteca con l’evidente intenzione di difenderla a costo della vita. Era stato tutto il tempo così!

Annunci