Tag

Sabato sono andata a Milano per la presentazione di un libro. Alla fine è stato chiesto al pubblico se qualcuno avesse domande da porre all’autore. Un signore, confessando quasi la sua ignoranza, ha detto di leggere pochi libri l’anno e, anzi, di aver fatto una scoperta sorprendente. Ha letto un racconto di Tolstoj e gli sembrava di averlo capito. Poi ha letto la spiegazione che Tolstoj stesso dava del suo racconto e, ci ha confessato, ha capito di non averlo saputo leggere veramente. L’autore che presentava il libro gli ha dato ragione: per saper leggere non basta riconoscere le lettere. Io sono dell’opinione che saper leggere sia più importante che saper scrivere (come l’obiettivo “ascoltare e comprendere”, secondo me, viene prima della produzione di un testo) e da anni auspico che invece di corsi di scrittura creativa qualcuno organizzi corsi di lettura.

Annunci