Leggo su L’Espresso preso gratis sull’aereo un articolo sull’unione gay benedetta a Milano da un pastore valdese. Il succo dell’articolo è quanto sono bravi loro e quanto è retrograda la Chiesa Cattolica, ma questo era scontato. Invece poi una frase mi ha fatto sorridere e mi ha raddrizzato l’umore. Eccola, si parlava di reazioni:
E tra i vostri? – domanda Enrico Arrosio, intervistatore.
Qualche difficoltà nel mondo pentecostale: sono più fermi al dettato biblico dell’omosessualità come peccato- Risponde il pastore valdese Giuseppe Pastore.

Annunci