Tag

La Dama del Lago è un personaggio che mi affascina da quando, poco più che ragazzina, ho letto Re Arthur di Antonio de Agostini. Di quel libro ho amato anche le illustrazioni.

Secondo il racconto del mio libro Viviana ha donato Excalibur ad Artù, gli ha chiesto di bandire Sir Balain dalla sua corte, ha rubato tutti i segreti della magia a Merlino per poi imprigionarlo in una torre di vetro (una delle illustrazioni più belle del libro), ha educato e portato a corte Lancillotto e infine si è ripresa Excalibur alla morte di Artù. Quindi è intervenuta negli episodi più salienti della saga arturiana.

In lei sembra esserci tanto il bene quanto il male. Alcuni studiosi pensano quindi ci si torvi davanti a due personaggi diversi. Evidentemente si tratta di studiosi manichei.

E’ una fata, quindi è incline al bene. Salva la vita al piccolo Lancillotto. Non fa del male alle persone. Possiede una spada meravigliosa che “presterà” ad Artù senza problemi. Ma non tutti i sui interventi porteranno al bene. Sir Balain verrà ucciso, Lancillotto sarà la causa indiretta della morte di Artù a causa del suo amore per Ginevra, Merlino sarà neutralizzato. Ma in Viviana non sembra esserci una vera e propria attitudine al male, solo incapacità di prevedere le conseguenze a lungo termine dei suoi atti.

Annunci